Il blog del Gruppo Remark

Informazioni e aggiornamenti su
sicurezza, ambiente, medicina, formazione, consulenza legale e qualità.

Veicoli Fuori Uso: le novità introdotte dal D.lgs. 119/2020

Gruppo Remark
Pubblicato da Gruppo Remark il 01/12/20 11.52
Categorie: News

Sono numerose le novità riguardanti la gestione dei veicoli fuori uso introdotte dal D.lgs. 119 del 3 Settembre 2020, in vigore a partire dal 27 Settembre 2020.

 Di seguito le principali, a partire dai concessionari:

 

  • Ritiro del veicolo fuori uso

 Si ricorda che nel caso in cui il cliente intende acquistare un veicolo (nuovo o usato) può consegnare il veicolo destinato alla demolizione direttamente al concessionario, che ha la facoltà di accettarne la consegna rilasciando il certificato di rottamazione.

 

Il veicolo fuori uso dovrà quindi essere consegnato ad un centro di raccolta convenzionato con uno dei produttori di autoveicoli. Questi ultimi devono dotarsi di un sito internet dal quale sia possibile reperire le procedure di selezione dei centri raccolta affiliati e le relative informazioni anagrafiche.

 

  • Deposito temporaneo

 Il concessionario dovrà gestire i veicoli fuori uso ritirati nel rispetto delle prescrizioni del “deposito temporaneo” di cui al D.lgs. 152/06. Tale deposito deve avere una durata massima di 30 giorni ed è consentito anche in aree scoperte e pavimentate nel solo caso di veicoli privi di fuoriuscite di liquidi e gas e che abbiano integre le componenti destinate alla successiva messa in sicurezza. Quindi i VFU devono essere depositati all’interno del perimetro aziendale, in luogo identificato e opportunamente delimitato, interdetto al pubblico e in modo da evitare la contaminazione dell’ambiente.

 

  • Registro Unico Telematico dei VFU

 Il registro di entrata ed uscita dei veicoli, attualmente utilizzato per registrare la movimentazione dei veicoli fuori uso, verrà sostituito dal registro unico telematico dei veicoli fuori uso, istituito presso il MIT.

Le modalità di tenuta e compilazione di tale registro saranno definite tramite apposito decreto entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto 119/2020.

Fino alla data di entrata in vigore del suddetto decreto resta l’obbligo della compilazione del registro di entrata e uscita dei veicoli.

 

Proseguiamo quindi con le principali novità riguardanti gli autodemolitori, ovvero i centri di raccolta e gli impianti di trattamento:

 

  • Pesatura veicoli

 Entro il 31 Dicembre 2020 dovrà essere installato un adeguato sistema di pesatura per i veicoli fuori uso in ingresso. Nel caso in cui il centro non fosse in grado di rispettare tale termine, potrà essere richiesta alla Provincia competente la concessione di utilizzare sistemi di pesatura alternativi anche esterni al centro di raccolta per un periodo ulteriore di 12 mesi.

 

  • Definizione tempi di messa in sicurezza

 Le operazioni di messa in sicurezza dei veicoli ritirati dovranno essere effettuate entro 10 giorni lavorativi dall’ingresso del veicolo nel centro, anche nel caso in cui lo stesso non fosse ancora stato cancellato dal PRA.

 

  • Ricambi

 Tra le operazioni che il centro di raccolta deve effettuare, sono state specificate le operazioni di condizionamento dei componenti (es. pulizia, controllo, riparazione e verifica della funzionalità) al fine di poterli reimpiegare nel mercato del ricambio.

 Il commercio di tali parti di ricambio è consentito purché sia garantita la tracciabilità con l’indicazione, sui documenti di vendita, dei ricambi matricolati posti in commercio.

 Limitatamente ai ricambi attinenti alla sicurezza del veicolo, è consentita la vendita esclusivamente alle imprese di autoriparazione che saranno tenute a certificarne l’idoneità e la funzionalità.

 

Queste sono solo alcune delle novità apportate dalle direttive del “pacchetto Economia Circolare”, entrate in vigore gli ultimi giorni di Settembre.

Vuoi saperne di più? 

Contattaci 

Iscriviti al nostro blog e rimani aggiornato sulle ultime novità

Articoli popolari

Categorie